logo

I Vini dei Balcani ospiti ad #owf2016



Dalla Bulgaria , Una selezione di vitigni autoctoni bulgari come:

- l'antico Mavrud, vitigno dalla storia millenaria risalente ai tempi dei Traci
- il Gamza, antico vitigno bulgaro diffuso nella zona del grande fiume lungo il Danubio
- bouquet- interessante varietà fatta negli anni 50 dall'istituto del vino bulgaro, incrocio tra l'elegante pinot nero ed il intenso e ricco mavrud
- Dimiat- antica varietà bulgara a bacca bianca
- Rikat- vitigno a bacca bianca diffuso in Bulgaria, originario dal RkatZiteli georgiano.

Selezione di piccoli produttori artigianali che lavorano in maniera organica, biologica o biodinamicacome Neragora, Borovitza, Marian.
Vitigni autoctoni antichi dalla storia millenaria, risalenti all'epoca dei Traci, tra i primi in Europa a fare vino.


Dalla Serbia, i vini più buoni:

Vini dalla regione di Zupa, storica per la varietà Prokupac.
Vini dal vigneto centenario di Budimir
Prokupac é la varietà emblematica della Serbia, paragonabile al sangiovese.
L'idea é quella di mostrare la grande versatilità del vitigno.
Aziende scelte: Sveti Gral, piccola azienda artigianale, Budimir, con dei vigneti centenari e Cokot Winery.


Dalla Romania:

I vitigni selezionati sono Feteasca Neagra, Bohotin- Coloviu e Tomaioasa Romaneasca- anche qui una selezione di vitigni autoctoni che trasmettono lo spirito del luogo.
La Romania vanta una lunga traduzione vinicola ed una grande ricchezza di vitigni, clima e terroir differenti.

Sarà prevista una degustazione guidata ( master class) fatta dai giornalisti dei tre Paesi balcanici riservata agli operatori del settore e gli appassionati.

Link Utili